Shab-e Yalda, la festa del solstizio di inverno

Tra pochi giorni si celebrerà, in Iran e in Azerbaijan, la festa della notte più lunga dell'anno: Shab-e Yalda.


Nella Persia islamica, la notte del solstizio d'inverno (l'ultima notte d'autunno) era conosciuta con il suo nome siriaco di "ab-e Yalda" (la notte del presepe), o come "ab-e zella" (la notte che apre il periodo dei primi quaranta giorni dei tre mesi di inverno).

Poiche è la notte più lunga e più buia dell'anno, nella poesia persiana essa ha spesso connotazioni negative. Tuttavia, tracce di una certa importanza rituale della notte del solstizio d'inverno sono sopravvissute in credenze e pratiche popolari.

La storica Mary Boyce, una delle massime autorità mondiali in tema di zoroastrismo, cita una festa del fuoco ancora osservata dagli zoroastriani iraniani, che cade il 26° giorno del mese di Azar, (circa a metà dicembre), cioè cento giorni prima di Nowruz.

Questa festa si chiama Sada a Kermàn e H'romba a Yazd.


"Sada" è anche un termine che indica, in Iran, la più importante festa invernale, caratterizzata dall'accensione di fuochi. Essa non cade nel solstizio di inverno, ma quaranta giorni dopo, il 10 Bahman, ovvero all'incirca il 30 gennaio - 50 giorni prima del Nowruz.

Non ci sono tracce di questa festa nei testi zoroastriani conosciuti, ma nello Sha-na-Meh, il testo epico della Persia, si narra di sovrani Sasanidi che costruirono templi dedicati alla festa di Sada.

In epoca araba, la celebrazione cadde in disuso, ma non solo: chi la celebrava rischiava di essere punito come idolatra (esattamente come accadeva per il Nowruz).


Tornando a Shab-e Yalda, che verrà festeggiata tra pochi giorni, si tratta di una festa che segna la fine dell'inverno e deve fornire i buoni auspici per la nuova stagione di rinascita. Si festeggia in famiglia mangiando frutta secca. anguria e melograno e - ovviamente:-) - leggendo i versi dell'immortale Hafez.


Vi rimandiamo a questo post di Antonello Sacchetti per un approfondimento sulle origini di questa festa e vi auguriamo...



Fonti:

http://www.iranicaonline.org/articles/sada-festival

http://www.diruz.it/shabeyalda/


0 visualizzazioni
Chi siamo
Contattaci per rimanere aggiornato...

Siamo Carla (Verona) e Marco (Torino).

 

Abbiamo creato Iranpertutti per far comprendere quanto l'Iran sia sicuro, tranquillo e meraviglioso per viaggiare, scoprire, conoscere.

Se cerchi informazioni, se vuoi organizzare una serata sull'Iran od un viaggio in quel paese, scrivici  a 
iranpertutti@gmail.com.

 

© 2018 Going Places. Proudly created with Wix.com